Sottotitolo: Nuove voci della letteratura austriaca
A cura di: G. Sampaolo
Casa editrice: Editoriale Artemide
Città: Roma
Anno: 2019

Questo libro presenta ai lettori italiani sedici testi della più recente letteratura austriaca, privilegiando autori ventenni e trentenni – soprattutto donne – e attingendo a romanzi d’esordio usciti negli ultimi tre-quattro anni. Una “new wave austriaca” (De Villa) di cui si mostrano temi e linguaggi rappresentativi, dai registri neoclassici alla cultura pop: una letteratura caratterizzata da una grande pluralità e internazionalità che è in gran parte un’eredità dello “Stato dei molti popoli” asburgico col suo legame con l’Europa centro-orientale e balcanica da cui provengono non pochi autori. Relazioni di coppia instabili e volatili, il fenomeno della migrazione, il rapporto con la memoria storica, la finezza di indagine psicologica, spesso declinata nel registro dell’ironia.
Autrici e autori: Anna Baar, Bettina Balàka, Theodora Bauer, Birgit Birnbacher, Irene Diwiak, Laura Freudenthaler, Valerie Fritsch, Susanne Gregor, Lydia Haider, Elias Hirschl, Paulus Hochgatterer, Elke Laznia, Hans Platzgumer, Robert Prosser, Thomas Stangl, Daniel Zipfel.
Hanno tradotto i testi di questo libro – con l’eccezione della dott.ssa Paola Del Zoppo – allievi ed ex allievi dei corsi di traduzione del prof. Sampaolo.

Una collaborazione del Forum Austriaco di Cultura Roma con l’Università Roma Tre